disposizioni

Disposizioni urgenti gestione rifiuti Covid-19 in Lombardia

Il presidente della Regione Lombardia ha emesso l’ordinanza n. 554 contenente disposizioni urgenti in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

L’ordinanza e le disposizioni previste

Il Presidente della Regione Lombardia ha sottoscritto l’Ordinanza n. 554. Ordinanza contingibile ed urgente ai sensi dell’art. 191 del D.Lgs. 152/2006.

Disposizioni urgenti in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Questa parzialmente modifica l’ordinanza n. 520 del 1° aprile 2020.

L’Ordinanza è stata redatta nel rispetto del Rapporto ISS Covid–19 n. 26/2020 del 18 maggio 2020. Le modifiche apportate all’ordinanza n. 520 del 1° aprile 2020 sono la conseguenza dell’avvio delle attività economiche. Così come stabilito dalle disposizioni nazionali e regionali di riferimento. Nonché degli esiti del monitoraggio dei flussi di rifiuti conferiti negli impianti di incenerimento lombardi.

Le disposizioni previste in Regione Lombardia

In particolare, in tema di gestione rifiuti da DPI prodotti dalle attività economiche. Rispetto al precedente il nuovo provvedimento specifica che:

  • i rifiuti rappresentati da mascherine e guanti monouso utilizzati come prevenzione al contagio da Covid -19. Nonché i fazzoletti di carta, utilizzati all’interno di attività economiche diverse dalle attività sanitarie e sociosanitarie possono essere assimilati agli urbani. In particolare possono essere conferiti al gestore del servizio pubblico di raccolta nella frazione di rifiuti indifferenziati aventi codice EER 200301.
  • è comunque possibile attribuire a tali rifiuti anche il codice EER 150203 purché gli stessi siano inviati direttamente ad impianti di incenerimento o ad impianti che garantiscano il rispetto dei requisiti definiti al punto 13 della ordinanza n.520 del 1°aprile 2020.
  • a prescindere dal codice assegnato, tali rifiuti dovranno essere gestiti nel rispetto delle indicazioni contenute nel rapporto dell’ISS COVID 19 n. 26/2020 anche in merito alle caratteristiche, posizionamento e movimentazione dei contenitori per la raccolta di mascherine e guanti.
  • le attività commerciali sono invitate a posizionare raccoglitori a servizio degli utenti, sulla base del loro afflusso, al fine di evitare l’abbandono di rifiuti.

Altre indicazioni

Inoltre, l’ordinanza detta disposizioni in merito alle modalità di esecuzione del servizio di spazzamento strade. Sull’attività dei Centri del riutilizzo. Nonché sulle deroghe agli atti autorizzativi degli inceneritori per rifiuti urbani e negli impianti di trattamento rifiuti. Oltreché infine sulle precauzioni che tali ultimi impianti devono osservare.

Conclusioni

Questa ordinanza si aggiunge a quella di altre regioni sullo stesso tema. Ciò a rappresentare il fatto che, in questo passaggio verso la “fase 3” il problema della gestione e dello smaltimento dei DPI. Nonché le relative regole e disposizioni su come smaltirli si fa sempre più presente.

Rimandiamo alla lettura integrale dell’ordinanza che puoi scaricare cliccando sul pulsante di seguito. Vi invitiamo come sempre invitandovi a registrarvi alla nostra newsletter sicurezza per rimanere sempre aggiornati sulle varie attività e novità.